I Medici generici in breve

da_DKen_GBit_IT

Medici generici incompetenti

Quando Danilo non ha più potuto sopportare il proprio malessere, ha fatto come probabilmente faremmo in tanti: si è rivolto al medico, fiducioso di ottenere l’aiuto di cui aveva bisogno. In Danimarca la prassi è che i medici generici -o medici di base, o medici di famiglia- che sono “liberi professionisti” stipendiati dallo stato, eseguono l’anamnesi, in caso di problemi fisici o mentali. Il paziente quindi si rivolge inizialmente al medico generico che formula personalmente una diagnosi o inserisce il paziente in un sistema specialistico.
Le Regioni danesi hanno sancito che ”In virtù della propria formazione in medicina generale, il medico di base presta il primo livello di assistenza medica, fungendo, nel contempo, da tramite nei confronti del sistema sanitario e da coordinatore per il paziente “.
Pertanto, la preparazione scientifica del medico generico è determinante in quanto è il medico a stabilire la terapia adeguata al paziente. Di conseguenza, se il medico generico non é specificamente preparato, il paziente rischia di non ricevere la cura giusta o di essere indirizzato erroneamente nel sistema sanitario.

Carenze nella formazione medica.
Anche se i medici di base hanno una vasta conoscenza di molte malattie, non sono specialisti in nessuna, hanno unicamente una formazione in medicina generale ed il compito di inviare il paziente agli specialisti. Ma non quando si tratta di trattamento della depressione di un adulto con gli antidepressivi.
La famiglia Terrida ha cercato di scoprire perché ai medici generici è stato attribuito il compito di diagnosticare e trattare problemi neurologici e psicologici complessi con i farmaci antidepressivi, ma non hanno trovato una risposta. Alla morte di Danilo, i medici avevano la possibilità di prescrivere gli antidepressivi ai giovani dai 18 ai 25 anni, nonostante fosse risaputo, nell´ambiente medico, che aumentano il rischio di suicidio per questa fascia di età.
Pertanto, Marianne e Denis sono rimasti, a dir poco, esterrefatti quando sono entrati in possesso di un rapporto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, WHO e nello stesso tempo di un articolo dell`Istituto della Sanitá Danese che, tra l´altro, descrive come la maggior parte dei medici generici danesi non abbia ricevuto una formazione ufficiale in psichiatria negli ultimi cinque anni. Oltre alla mancanza di specializzazione e aggionamento in materia, aggiunge che,- nella maggior parte degli studi medici del paese, i manuali di consultazione, ufficialmente approvati, relativi al trattamento di disturbi mentali, non sono reperibili.

Non dovrebbe poter accadere.
La famiglia Terrida, che ha perso il figlio Danilo, perché un medico generico gli ha prescritto un`antidepressivo, senza successivamente seguire gli effetti della medicina, é costernata dal fatto che i medici possano continuare a prescrivere certi medicinali, senza la necessaria specializazione
Marianne e Denis sono convinti che, sarebbe anche nell`interesse dei medici generici, se fossero obbligati ad una breve, ma necessaria, specializzazione oppure che venisse loro proibito di prescrivere queste medicine pericolose. Sono dell´opinione che, i medici generici non abbiano nessun desiderio di fare valutazioni su patologie delle quali non hanno la necessaria specializzazione, e che possono comportare conseguenze fatali per i pazienti, come nel caso di Danilo.

Henrik_Dibbern_Jan2014

Commento dell`ex presidente dei medici generici ad un articolo del giornale Metro, leggi l`articolo completo nel link sotto.

Link

Nelle pagine seguenti, Denis e Marianne hanno descritto le esperienze che Danilo ha avuto con diversi medici, quando si é rivolto per ricevere aiuto.
Le descrizioni sono in ordine cronologico

Pagina seguente